A new time

0
859

Dopo aver parlato di videogiochi, di fiere e di nerd cultura, ora ho deciso di portare un argomento un po’ più tecnico, un argomento anche interessante per gli “smanettoni” e per i PC gamer. Sempre più persone si spostano dalle console alle postazioni PC, essendo queste più performanti e, con una giusta configurazione, risultano essere addirittura più economiche, con un parco titoli più ampio e meno costoso. Paradossalmente i titoli per le console costano anche il doppio delle versioni PC, solo che su quest’ultimo il comparto grafico è curato maggiormente e non è “bloccato” da un hardware limitato. Ovviamente sminuire le console non è mia intenzione, ma quello che propongo è una lista di componenti, che assemblati a regola d’arte, potranno dare prestazioni di gioco ottime e un’esperienza in fatto di consumo e di fruibilità nell’uso. Queste, provate e assemblate personalmente, hanno reso l’esperienza di gioco sui maggiori titoli del momento ottima, considerando la spesa effettuata. Ora analizziamo, pezzo per pezzo, quello che è un PC da gaming di fascia media, denominato da me “A new time”. Come scheda madre ho optato per una classica ASROCK FM2A88X EXTREME 4+, dal consumo basso e dalla versatilità e adattabilità a le componenti fenomenale, per il processore (CPU), invece, ho pensato ad un AMD A10 X4 7850K, da 3,7 GHz, di casa AMD, è un processore APU, cioè provvisto già di scheda video integrata, che garantisce prestazioni elevate, facendo risparmiare sulla GPU ovviando con una SAPPHIRE R7 250, con 2 GB dedicati. Per l’archiviazione dei dati un normalissimo Hard Disk SEAGATE BARRACUDA 1 TB, avente tutto lo spazio necessario per conservare i dati. Essendo un PC da gaming, questi ha bisogno di ram potente, una KINGSTON HYPERX FURY DD3 8 GB 1600Mhz. Tutto questo sarà alimentato da un CORSAIR CX-430, avente raffreddamento a ventola integrato, contenuto nell’elegante, ma pratico, Aerocool Aero-500. Il sistema operativo sarà Windows 10, ottimizzato per il gaming. Le statistiche che possiamo confermare sui maggiori titoli al momento sono: GTA V, titolo punta di diamante della Rockstar Games, gira, ad una risoluzione di 1920x1080p, a 45 FPS (Frame per second-fotogrammi al secondo), mentre ad una risoluzione di 1080x720p va fisso a 60 FPS; FarCry 4, penultimo titolo della serie targata Ubisoft, uno dei giochi che ha creato più problemi all’hardware negli ultimi anni, ha le stesse prestazioni del succitato GTA V, ovvero gira, ad una risoluzione di 1920x1080p, a 45 FPS, mentre ad una risoluzione di 1080x720p va fisso a 60 FPS; League of Legends, re dei MOBA, ha prestazioni ottime, stabile sui 200 FPS ad una risoluzione 1080×720, mentre ad una risoluzione più alta scende da 200 FPS a 150/130 nei momenti più concitati; COD:Black Ops 3: ultimo titolo di Activision, padrona della saga degli sparatutto, ha prestazioni abbastanza altalenanti a risoluzioni alte, ma a 1080x720p può essere goduto a 60 FPS stabili; Battlefield 4: titolo di enorme successo di Electronic Arts, offre una qualità ottima in full HD(1920x1080p) andando dai 60 FPS ai 50 FPS.

“A new time” rappresenta la prima delle tre configurazioni che abbiamo testato e che saranno pubblicate in successivi articoli. Se dovessero esserci curiosità, domande e, perché no, critiche, non esitate a contattarmi tramite il sito della rivista o all’email: gamesarena.ita@gmail.com .