CittadinoNews anno 2 n. 4

0
754

L’editoriale di Elisabetta Rossomando
Cari lettrici e lettori,
in un periodo contrassegnato da calma piatta, l’economia è ferma, la politica non riesce a trovare vie di soluzione, noi, in controtendenza e obbedienti a una buona regola di contrappasso, scegliamo di parlare di passione.
Alcuni anni fa, la passione era il denominatore comune di generazioni attente a quanto accadeva nel mondo; la passione per la politica, per la pace, per l’ambiente e insomma per tutto ciò che significava cambiamento; diciamo pure che la politica assorbiva le energie dei più e la dialettica del confronto non spaventava nessuno. La passione era dominante non solo per chi pensava di poter cambiare il mondo ma anche per coloro i quali ne difendevano i valori tradizionali e consueti.
Oggi che siamo diventati tutti più pragmatici e realisti, possiamo tornare a dare alla passione un valore essenziale per la nostra vita e per affermare le nostre idee? Noi crediamo di si; perché la passione non chiede contropartite, non si aspetta premi; è valore a se stessa e per essa noi accettiamo sfide e sacrifici che altrimenti ci sarebbero insopportabili e senza passione non si muove amore e senza amore non si muove il mondo e la calma piatta non di rado è presagio di morte civile ed esistenziale.
Il segnale lo ha dato Papa Bergoglio, scegliendo un nome che è simbolo di una Chiesa di carità e di impegno, di amore e di testimonianza; ricordandoci costantemente che ogni cristiano deve ricordarsi della passione di Cristo perché essa riscatta dalla morte e dalla perdita di senso.
Come è nel nostro costume e come ben sanno i nostri più affezionati lettori, la scelta di un tema non è mai casuale ma tenta di rispondere a sollecitazioni del momento o del contesto; la maniera di affrontarlo non è mai univoca ma plurale, così anche questa volta siamo passati dalla sfera religiosa e popolare a quella più mondana e leggera della musica; da quella laica e impegnata della letteratura a quella civile della famiglia, del cinema, della psicologia.
Buona lettura e… non sopiamo mai le nostre passioni: con esse misuriamo la temperatura della nostra vita!