Depressione: tutti i colori del buio

0
763

Mi sento inutile. Non valgo nulla. Non ho voglia. Sono depresso.

Chiunque abbia mai avuto a che fare con la Sindrome Depressiva, direttamente o indirettamente, ha sicuramente avuto modo d’ascoltare frasi di questo genere e, di conseguenza, avrà percepito l’inutilità di qualsiasi tipo d’intervento, dinanzi all’angoscia e ai sentimenti negativi che inducono il soggetto depresso in uno stato di prigionia
emotiva e di allontanamento dal mondo.
Non c’è nulla, ma proprio nulla, nella realtà esterna che possa sollecitare l’interesse del depresso. Il Disturbo Depressivo Maggiore è con certezza un fenomeno universale e profondamente umano che oscilla tra la normalità e la patologia. Ogni persona, in qualche momento della propria vita , dall’infanzia fino all’età più avanzata, può sentirsi triste, incapace di provare piacere, abbattuta e svogliata senza sapere il perché.
Molto spesso però si è depressi per qualche motivo: la separazione da una persona cara, un insuccesso scolastico o professionale, la perdita del posto di lavoro, il distacco da un luogo familiare, ecc… continua sul terzo numero del “CittadinoNews” (online dal 6 giugno). La rivista sarà distribuita gratuitamente a partire dal 10 giugno.