“…in direzione ostinata e contraria”

0
853

Ma cantare, sognare, ridere, splendido, da solo, in libertà; aver l’occhio sicuro, la voce in chiarità; metterti, se ti va, di sghimbescio il cappello. Per un sì, per un no, fare un’ode o un duello. Fantasticare a caccia non di gloria o di fortuna, su un certo viaggio a cui si pensa, magari sulla luna. Se poi viene il trionfo ebbene, fatti suoi, ma mai, mai diventare un «come tu mi vuoi», se pure quercia o tiglio davvero non si è, se vuoi proprio non alto, ma farcela da sé

Edmond Rostand – Cyrano de Bergerac