Montecorvino Rovella: D’Aiutolo candidato sindaco di Uniti per Rovella

0
540

Durante la conferenza stampa di ieri, Giuseppe D’Aiutolo ha ufficializzato la sua candidatura a sindaco per la prossima tornata elettorale primaverile. All’incontro hanno partecipato tutti i maggiori esponenti locali della coalizione di centro-destra, consacrando l’ex-sindaco dopo un ponderato ragionamento e un giusto dibattito interno.

Con molta umiltà e con grande soddisfazione, rappresenterò il centro-destra alle prossime amministrative. La mia lista Uniti per Rovella, rappresenta la capacità di governare.” – ha dichiarato D’Aiutolo in un’intervista per Portalecittadino.it – “Il nostro operato si basa su conoscenze profonde del territorio e su come esso vada sviluppato. Ho commesso degli errori nel mio passato, dei quali ho preso atto e che non ripeterò, ma, ovviamente, oltre l’errore, c’è stato un grande operato da parte della mia amministrazione. Un’azione politica continuata dall’amministrazione Rossomando, che ha ultimato e sfruttato, strumentalizzato, progetti cominciati e finanziati durante il mio mandato (P.U.C., piscina, campo sportivo ecc.).”

Le mie idee, la mia campagna si basano su una profonda conoscenza del territorio. Questa mi ha consentito di avere una tassazione da far invidia ai comuni del circondario: metà dell’aliquota TARI rispetto a quella attuale (con il 78% di raccolta differenziata, contro il 52% attuale), aliquota IMU sulla seconda casa più bassa, incentivi IRPEF e tante altre. Il P.U.C., che ha comportato il termine del mio mandato, è stato copiato da Rossomando, dopo ben quattro anni e mezzo di una sua dormiente amministrazione. A Montecorvino serve gente capace, che abbia un piano di governo affidabile e non che urli, da un palco di un auditorium, parole senza un fine.”

D’Aiutolo ha sottolineato anche che porterà avanti, a livello locale, anche la campagna elettorale del centro-destra unito in vista delle elezioni del 4 marzo, che “rappresenta l’unica alternativa”.

L’ex-sindaco, inoltre, si è dichiarato disposto ad un confronto pubblico con gli altri candidati, per portare avanti le sue argomentazioni, a sfiducia di una semi-politica urlatrice di chi è accanito e punta solo alla poltrona e non al bene comune.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY