Racconto di un giovane lavoratore “onesto”

0
756

Ha 30 anni Lei.
La Tv pubblicizza già il suo futuro in uno spot mulino bianco “A te che sei cresciuta con noi”… e poi una ruota gira nel ruscello, la casa bellissima in un campo di grano, due bambini giocano in cortile e tu non devi far altro
che sognare. È tutto vero questo?
Il giovane lavoratore “onesto” vive una vita molto ma molto diversa. Forse questa spensieratezza l’ha lasciata al tempo delle “medie”, che non è un film francese, ma l’ultimo ricordo di una gioventù senza problemi perché di lì in poi si sceglie per il futuro, si prendono decisioni concrete e la strada te la costruisci giorno dopo giorno per vederla poi di spalle. Il giovane lavoratore “onesto” a 30 anni ha passato più di metà della sua vita a pensare alla costruzione del suo futuro; a 18 sceglie l’università o la sua professione ed è lì che si parla di vera e propria FATICA… continua sul terzo numero del “CittadinoNews” (online dal 6 giugno).  La  rivista  sarà distribuita gratuitamente a partire da l 10 giugno.